RASSEGNA STAMPA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

TUTTI GLI ARTICOLI PRESENTI NELLA RASSEGNA STAMPA VENGONO PERIODIAMENTE SPOSTATI NELLA PAGINA ARCHIVIO ARTICOLI, DOVE POTRETE RITROVARLI SUDDIVISI PER TEMATICA. BUONA LETTURA!

icona x COMUNICATI STAMPA E APPELLI

16.8.16 FONDAZIONE ARENA  COMUNICATO STAMPA Comitato Opera Nostra – Fondazione Arena Bene Comune LA CULTURA…FA’ PAURA!

14.8.16 FONDAZIONE ARENA media-icon-play IL VIDEO DELLA LETTURA DEL COMUNICATO SINDACALE DEI BALLERINI DURANTE LA MEZZ’ORA DI SCIOPERO

4.8.16 FONDAZIONE ARENA freccia-destra Firma la petizione contro l’uragano che si sta per abbattere sui teatri e le Fondazioni lirico sinfoniche grazie al DDL del governo che nega loro il necessario sostegno economico

4.8.16 FONDAZIONE ARENA   icona_pdf   Piano di risanamento 2016/2018 redatto da Carlo Fuortes e consegnato ai sindacati

 

icone per ARTICOLI

31.8.16 logo_vvox_small Arena, il Festival fa un buon incasso. Anche se…

31.8.16 arena I sindacati «L’opera è una ricchezza, la città deve dare di più»

31.8.16 Logo-Corriere-del-Veneto- I sindacati: «Adesso tutelate i nostri talenti». Le sigle unite: «Bene i ringraziamenti, ma i problemi rimangono». Sul tavolo la questione dei ballerini

31.8.16 Logo-Corriere-del-Veneto- Il report. Una pensione ogni dieci pagata con i versamenti dei lavoratori immigrati

30.8.16 Logo-Corriere-del-Veneto- Arena, la stagione lirica si chiude con un incasso di 22 milioni di euro

30.8.16 logo_vvox_small Arena, protesta lavoratori sul palco dell’Aida

29.8.16 logo_vvox_small Arena con “cappello”? «Una follia»

27.8.16 arena Crac Crediveneto, mandato per fermare i 79 licenziamenti in arrivo. Assemblea a Legnago

27.8.16 Logo-Corriere-del-Veneto- Arena senza pace, sindacati all’attacco Dopo il Festival tocca al Filarmonico. Documento unitario:«Programmazione precaria, nessun riferimento ai costi»

27.8.16 arena Fondazione Arena. I sindacati insistono per salvare il corpo di ballo 

26.8.16 Logo-Corriere-del-Veneto- Dal Moro contro Save, consensi bipartisan «Ha ragione: ormai siamo uno scalo di serie C». Pasetto (Lista Tosi) all’attacco: ridotta la movimentazione. Castellani (Cisl): serve la gara

26.8.16 Logo-Corriere-del-Veneto- Nuova stagione al Filarmonico: sindacati critici. Riunione con il direttore sulla programmazione: confermata la chiusura, si lavora da dicembre a maggio

26.8.16 arena La lirica in crisi. Arena, braccio di ferro sul taglio dei ballerini. I nodi della Fondazione

24.8.16 Logo-Corriere-del-Veneto- Cantanti mai pagati. Solo pochi giorni per trovare i soldi

24.8.16 Logo-Corriere-del-Veneto- Copertura dell’Arena, progettisti in alto mare «Se nevica che si fa?» Raffica di richieste a Palazzo Barbieri. E a chi vuole la proroga: «No»

logo Italia x rassegna stampa

27.8.16 POPOFF La minoranza Cgil: unificare le lotte e radicalizzarle

22.8.16 WSI Manovra da 25 miliardi. Rischiano pensioni a favore delle aziende

 icona mondo

 

Il report. Una pensione ogni dieci pagata con i versamenti dei lavoratori immigrati

31.8.16

Risultati immagini per LAVORO MIGRANTE

Logo-Corriere-del-Veneto-

TREVISO – «Nessuno porta via nulla a nessuno. Proprio questa mattina delle aziende agricole del radicchio e del tabacco ci hanno chiesto dei ragazzi per la raccolta: altrove non li hanno trovati». I «ragazzi» sono richiedenti asilo gestiti dalla Caritas di Treviso, le aziende agricole hanno sede in Veneto, le parole sono di Annalisa De Faveri, coordinatrice della struttura diocesana. L’occasione di parlarne è stata ieri alla presentazione dell’annuale rapporto di Anolf (Associazione Oltre le frontiere) che fa capo alla Cisl, sui flussi migratori studiati sotto i diversi profili, dalla demografia al lavoro. Certo, i giovani richiesti dalle imprese, direttamente o attraverso agenzie per l’impiego, sono persone in Italia da parecchi mesi e che sanno già parlare abbastanza bene la lingua, prima condizione per poter essere selezionati dalle organizzazioni per un progetto di lavoro. «Ma tutti hanno in comune la voglia di mettersi in gioco – aggiunge De Faveri – e in un paio d’anni ne abbiamo già collocati una trentina. In agricoltura come nella ristorazione e nelle fabbriche metalmeccaniche». Continua a leggere

I sindacati: «Adesso tutelate i nostri talenti». Le sigle unite: «Bene i ringraziamenti, ma i problemi rimangono». Sul tavolo la questione dei ballerini

31.8.16

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SU FONDAZIONE ARENA

Logo-Corriere-del-Veneto-

VERONA – «Questi dati dimostrano quello che sosteniamo da sempre: l’Arena e la Fondazione possono e devono continuare ad essere un punto di riferimento dell’arte e della cultura musicale del nostro Paese».

Parola di sindacati che, ancora uniti (Cgil Silc, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Fials Cisal), commentano i dati del festival. «Numeri che dimostrano anche che l’Arena, con l’indotto prodotto da quasi 400mila presenze, si mantiene come un asset importante per l’economia del Veronese – spiegano – il suo valore va implementato con interventi di rilancio di sostegno da parte degli enti locali, ma anche delle forze economiche interessate, commercio e turismo in particolare». Continua a leggere

La minoranza Cgil: unificare le lotte e radicalizzarle

27.8.16

Risultati immagini per ostinata e contraria

POPOFF

Dalla sua festa nazionale, l’area de Il Sindacato è un’altra cosa lancia messaggi verso Camusso e Landini: basta con i contratti a perdere. In autunno intrecciamo le vertenze con la campagna per il No al referendum

da Viareggio, Giulio AF Buratti

«C’è spazio, necessità, bisogno di unificare le lotte e di radicalizzarne i contenuti. Se non succederà, organizzeremo il dissenso dei lavoratori». Eliana Como, del Sindacato è un’altra cosa, l’area di opposizione interna alla Cgil, parla al termine del dibattito che ha inaugurato, dopo un minuto di silenzio per le vittime del Continua a leggere

Arena, protesta lavoratori sul palco dell’Aida

30.8.16

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SU FONDAZIONE ARENA

logo_vvox_small

Si è concluso il più tribolato festival dell’Arena di Verona e si è chiuso con l’Aida, le proteste e gli applausi del pubblico che ha solidarizzato con gli artisti. Come ricorda il Corriere del Veneto, si tratta della seconda manifestazione diretta di disagio da parte dei lavoratori della Fondazione Arena durante il festival estivo. Prima dello spettacolo, è stato distribuito un volantino agli ingressi. “Chi chiude il ballo uccide l’Arena”, recitava la scritta principale. Continua a leggere

Arena senza pace, sindacati all’attacco Dopo il Festival tocca al Filarmonico. Documento unitario:«Programmazione precaria, nessun riferimento ai costi»

27.8.16

Risultati immagini per teatro filarmonico verona

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SU FONDAZIONE ARENA

Logo-Corriere-del-Veneto-

VERONA – «Una stagione precaria di cui non si conoscono ancora i costi, che ricadranno, ancora una volta sui lavoratori».

I sindacati bocciano la programmazione invernale della Fondazione Arena. Tradotto: la «mini stagione» che d‘ora in poi verrà organizzata al Filarmonico, presentata dai vertici dell’ente due giorni fa.

Le sigle sindacali, come promesso, hanno atteso un giorno per esprimersi e poi messo nero su bianco le loro critiche: tutti uniti, mostrano un foglio dove ci sono le firme congiunte di Sil Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Fials Cisal. Continua a leggere

Crac Crediveneto, mandato per fermare i 79 licenziamenti in arrivo. Assemblea a Legnago

27.8.16

Risultati immagini per LICENZIANO!

RASSEGNA STAMPA SULLA VERTENZA ALLA CREDIVENETO BANCA

Logo-Corriere-del-Veneto-

LEGNAGO – Pieno mandato ad agire con ogni mezzo contro i 79 licenziamenti in arrivo dopo il crac Crediveneto. È la missione che circa 150 dipendenti dell’istituto di credito cooperativo messo in liquidazione a maggio, riunitisi giovedì pomeriggio in sala civica a Legnago, hanno affidato ai rappresentanti sindacali presenti. Un incontro al quale hanno voluto partecipare anche il deputato veronese del Pd Vincenzo D’Arienzo e il sindaco legnaghese Clara Scapin. Tutto è cominciato a inizio maggio, quando Bankitalia ha improvvisamente posto Crediveneto in Continua a leggere

La fine ingloriosa della termomeccanica Veronese

26.8.16

ferroli-corteo01-300x166

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SULLE VERTENZE DELLA TERMOMECCANICA VERONESE

VERONA IN

Da legna e carbone all’olio combustibile, gasolio, metano, GPL, pellet, caldaie a condensazione, sonde geotermiche, pannelli solari fotovoltaici e non. Il mondo è cambiato ma quello della termomeccanica non ha saputo o voluto investire in ricerca e innovazione.

Il settore termomeccanico veronese fa parte di una storia quasi secolare, con protagonisti che sono stati pionieri e al tempo stesso testimoni del declino irreversibile delle loro iniziative imprenditoriali. Verona e la sua provincia sono state fino alle soglie del 2000 punto di riferimento europeo nella ricerca di nuovi sistemi, processi produttivi e tecnologie all’avanguardia Continua a leggere

Dal Moro contro Save, consensi bipartisan «Ha ragione: ormai siamo uno scalo di serie C». Pasetto (Lista Tosi) all’attacco: ridotta la movimentazione. Castellani (Cisl): serve la gara

26.8.16

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SULLE VERTENZE ALL’AREOPORTO CATULLO

Era già tutto scritto, e i lavoratori di Avio Handling, oggi in mobilità, denunciavano il disastro annunciato molto tempo fà, inascoltati dalla politica! Oggi il parlamentare del Pd Dal Moro versa lacrime di coccodrillo. E’ lo stesso politico che, dopo aver votato il decreto governativo che condanna le Fondazioni lirico-sinfoniche alla privatizzazione, sul territorio fà appello alla buona volontà di tutti per salvare la lirica veronese! Ipocrita!

Logo-Corriere-del-Veneto-

VERONA – Consensi «bipartisan» alle dure accuse lanciate ieri, sul nostro giornale, dal parlamentare del Pd, Gianni Dal Moro, a proposito della gestione dell’Aeroporto Catullo da parte dei veneziani di Save e del loro presidente, Enrico Marchi. Dal mondo politico, il consigliere comunale della Lista Tosi, Giorgio Pasetto, tuona infatti che, proprio per quel tipo di gestione, «Verona è diventato un aeroporto di serie C». Il consigliere sottolinea che «le continue enunciazioni di gare per lavori di ampliamento e investimenti al Catullo senza alcun riscontro reale hanno sfiduciato una intera città verso l’operato di Save».

Il consigliere segnala inoltre come «durante la riunione della commissione ambiente aeroportuale dello scorso luglio si sia deciso il definitivo ridimensionamento dell’aeroporto portando i movimenti aeromobili permessi per il 2.030 da 82.000 l’anno a Continua a leggere

Nuova stagione al Filarmonico: sindacati critici. Riunione con il direttore sulla programmazione: confermata la chiusura, si lavora da dicembre a maggio

26.8.16

blogger-image--1872155563

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SU FONDAZIONE ARENA

Logo-Corriere-del-Veneto-

VERONA – Fronte sindacale critico sulla programmazione dei vertici della Fondazione Arena, anche se i rappresentanti dei lavoratori si esprimeranno oggi, nel dettaglio, con un comunicato congiunto. Non solo: proprio oggi torneranno all’attacco, chiedendo chiarimenti «sui risvolti Inps che hanno tutte le contraddizioni che l’ente sta vivendo, riflesse sui lavoratori».

Riunione fiume, intanto, ieri pomeriggio: per oltre tre ore sindacati, direttore operativo della Fondazione Arena Francesca Tartarotti e vicedirettore artistico Giampietro Sobrino si sono chiusi dentro una stanza a discutere. Continua a leggere

La lirica in crisi. Arena, braccio di ferro sul taglio dei ballerini. I nodi della Fondazione

26.8.16

COMPONENTI DEL CORPO DI BALLO DELL'ARENA

Alcuni componenti del Corpo di ballo della Fondazione Arena

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SU FONDAZIONE ARENA

arena

VERONA – Avere maggiori certezze sulla programmazione artistica. sia invernale al Teatro Filarmonico, che va da dicembre a giugno, sia estiva, in Arena. Ma contestazione sul taglio del corpo di ballo, composto da 22 elementi. È ancora braccio di ferro fra sindacati Cgil, Cisl, Uil e Fials e Fondazione Arena dopo l’incontro di ieri fra i rappresentanti sindacali della categoria dello spettacolo e il direttore operativo della Fondazione Arena, Francesca Tartarotti, presente il vicedirettore artistico Giampiero Sobrino. Durante l’incontro la Tartarotti ha confermato, come da piano del commissario Carlo Fuortes per accedere ai finanziamenti della legge Bray, che in ottobre e novembre la Fondazione Arena fermerà l’attività, il che farà risparmiare il 13 per cento di spesa del personale. I sindacati però contestano il taglio del corpo di ballo e oggi, altro incontro, tratteranno anche il tema del fondo integrativo salariale per compensare il taglio degli stipendi per 2,4 milioni. (E.G.)

Continua a leggere

Copertura dell’Arena, progettisti in alto mare «Se nevica che si fa?» Raffica di richieste a Palazzo Barbieri. E a chi vuole la proroga: «No»

24.8.16

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SU FONDAZIONE ARENA

Logo-Corriere-del-Veneto-

VERONA Il bando per il concorso internazionale di idee per la copertura dell’Arena di Verona è lungo appena una ventina di paginette: la metà delle quaranta circa che si ottengono mettendo insieme tutte le richieste di chiarimenti giunti a Palazzo Barbieri da parte dei tecnici e dei professionisti che, a quel concorso in scadenza il prossimo 9 settembre, intendono partecipare.

I quesiti sono i più diversi – alcuni tecnici, alcuni procedurali, molti di sostanza – e mettono in luce la complessità di tracciare un perimetro di regole condivise per dare forma a qualcosa che non solo nessuno ha mai fatto prima, ma che è anche difficile immaginare: un tetto per quello che è forse il più grande teatro all’aperto del mondo.  Continua a leggere

Cantanti mai pagati. Solo pochi giorni per trovare i soldi

24.8.16

verona-opera-arena

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SU FONDAZIONE ARENA

Logo-Corriere-del-Veneto-

VERONA A Fondazione Arena resta meno di una settimana per pagare al soprano Martina Serafin (foto) e al basso Alessandro Guerzoni il cachet loro dovuto. Questo perché l’accordo raggiunto con Michele Lai, l’avvocato che li rappresenta, prevede che i due artisti, mai pagati per la loro interpretazione in Nabucco dell’anno scorso, siano liquidati entro lunedì prossimo. Così non fosse, martedì prossimo 30 agosto, l’ufficiale giudiziario tornerà a bussare alla porta della biglietteria della Fondazione per pignorare i 16mila euro che spettano ai due cantanti. In realtà, già Continua a leggere

Manovra da 25 miliardi. Rischiano pensioni a favore delle aziende

22.8.16

produci-consuma-crepa4

RASSEGNE STAMPA, DOCUMENTI E MATERIALI SU PENSIONI

WSI

di Laura Naka Antonelli

 Taglio tasse e pensioni minime: stando agli ultimi rumor di Palazzo Chigi sembrano essere questi i punti focali della manovra che il governo Renzi presenterà a settembre. Costo totale: 25 miliardi, secondo le indiscrezioni trapelate dai principali quotidiani italiani, nel fine settimana. Ovviamente il premier Matteo Renzi è a Ventotene anche per riuscire a convincere l’artefice della politica di austerity, cancelliera Angela Merkel, sulla necessità di ammorbidire il rigore, e concedere all’Italia altri margini di flessibilità di bilancio. (per la seconda volta). Continua a leggere